Homepage Chi siamo Informazioni Legali Privacy Mappa del sito Contatti

Cerca hotel

Data check-in
 
Data check-out
 

 
 
RICERCA PER TIPOLOGIA
* Appartamenti
* Case Vacanza
* Ville e Villette
* Villaggi & Residence
* Hotel & Resort
* Masserie
* Dimore Charme
* Bed & Breakfast
* Agriturismo
* Camping e soste camper
 
Vacanze a Otranto
Vacanze a Porto Badisco
Vacanze a Alimini/Frassanito
Vacanze a Torre Sant'Andrea
Vacanze a Torre dell'Orso
Vacanze a S. Cesarea Terme
Vacanze a Castro Marina
Vacanze nell'entroterra
 
Offerte
 

 

I DINTORNI DI OTRANTO

Monumento megalitico in Terra D'Otranto

Anche se le tracce di insediamenti umani nella cittÓ di Otranto sono databili all’EtÓ del Bronzo, il suo territorio fu abitato fin dal Neolitico; lo attestano i pittogrammi rupestri della Grotta dei Cervi a Porto Badisco, poco distante dall’attuale centro di Otranto. I dipinti raccontano di una vita sociale organizzata, con scene di caccia, un consesso di capi, lo sciamano.
Fu in epoca messapica, per˛, che Otranto, grazie alla sua posizione geografica, assunse un ruolo di primo piano su tutto il territorio circostante. Il porto di Otranto fu il cuore degli scambi commerciali da e per la Grecia.
In epoca romana, Otranto e Brindisi si contesero il ruolo di porto principale per l’Oriente. Con la caduta dell’Impero romano, Otranto entr˛ nella sfera di influenza bizantina e divenne una roccaforte dell’Impero, da cui coordinare i possedimenti nella penisola.
In etÓ medievale, da Otranto salparono i crociati. Da qui partý Federico II e qui, di ritorno da una crociata, Boemondo d’Altavilla fond˛ il monastero di San Nicola di Casole.
In quel periodo Terra d’Otranto comprendeva le attuali province di Lecce, Brindisi, Taranto e parte della Leucania. Crocevia di traffici e di culture, Otranto fu il centro dal quale si irradiavano nel territorio circostante le testimonianze delle sue fasi storiche. Dolmen e Menhir a Giurdignano, fortificazioni possenti a Muro, tombe a Poggiardo ci raccontano della civiltÓ megalitica. Cripte disseminate ovunque, cappelle rupestri, chiese strutturate in funzione del rito bizantino, evidenziano i rapporti con l’Oriente.
Per la campagna, in un paesaggio inconsueto e di rara bellezza, sono ancora evidenti, nella roccia affiorante, le tracce dei carri dei mercanti, degli eserciti e dei pellegrini diretti in Terra Santa.
Muri a secco, pajare, furni, testimoniano invece di una civiltÓ contadina fatta di pietre e fatica. Le masserie fortificate raccontano la dura vita nei campi e la necessitÓ di difendersi dai pirati e dai briganti prima, dai turchi poi.
Tutto ci˛ fa di Otranto e dei suoi dintorni un luogo privilegiato, nel quale costruire itinerari turistici tra natura, cultura e storia.

LUOGHI DI INTERESSE NEI DINTORNI DI OTRANTO:

Ipogeo Messapico Torre Pinta Otranto

COMPLESSO RUPESTRE VALLE DELLE MEMORIE e IPOGEO DI TORRE PINTA

Insediamenti rupestri presenti nella Valle delle Memorie - Otranto

LA VALLE DELL'IDRO

SAN NICOLA DI CASOLE

LAGHI ALIMINI

GIURDIGNANO - BASILICA DI CENTOPORTE

UGGIANO LA CHIESA E CASAMASSELLA

CARPIGNANO SALENTINO - MURO LECCESE - MINERVINO

MASSERIE FORTIFICATE NEL TERRITORIO DI OTRANTO
 

ę 2008-2017  Copyright Kal˛s ýrtate - E' vietata la riproduzione
Kal˛s ýrtate Agenzia di promozione turistica e di pubblicitÓ in internet – Via Mazzini, 88/A – 73025 Martano (Lecce)
P.I.: 03401370758

www.otranto-vacanze.it - Tel. 0836/571704 - Cell. 338/3285423 - info@invacanzanelsalento.com